martedì 15 maggio 2012

PISTACCHI ON DEMAND

On demand??? Sì, corretto, on demand! On demand perché questo post nasce dalla specifica richiesta di Alessia che un giorno viene da me e mi dice: che buoooono il pesto di pistacchi, perché non pubblichi la ricetta così lo preparo per il mio maritino?? E visto che stiamo parlando di una delle mie più fedeli lettrici ho deciso di prepararle un intero menù a base di pesto di pistacchi, così può scegliere la portata che preferisce o tentare l'en plein preparando una cena completa per due persone!
Alessia, partiamo dalla ricetta base, il pesto di pistacchi. Ne ho scelta una versione molto semplice, così puoi utilizzarla per piatti eterogenei e non sei vincolata ad un determinato gusto.

PESTO DI PISTACCHI: 125gr di pistacchi, olio extravergine, formaggio grattugiato (parmigiano, pecorino o ricotta salata, quello che preferisci), pepe, sale (non serve se i pistacchi sono già salati). Raccogli tutti gli ingredienti in un contenitore dai bordi alti e frullali con il minipimer fino ad ottenere la consistenza che preferisci. Puoi conservare il pesto per qualche giorno in frigorifero in un barattolo chiuso (e un filo d'olio in superficie).


Antipasto: DAMA DI CAPRINO CON PESTO DI PISTACCHI, SESAMO E POMODORI SECCHI

160gr di formaggio caprino (ne esistono versioni con latte vaccino, se lo preferisci)

1 cucchiaio di pesto di pistacchi
1 pomodoro secco
1 cucchiaino di semi di sesamo
pepe

Riponi il caprino per 5 minuti nel freezer (facilita il taglio a tocchetti) e nel frattempo prepara il piatto di portata ed il pomodoro secco sminuzzato finemente. Taglia il caprino in 9 tocchetti, disponili nel piatto a formare la dama e guarniscine 3 con il pesto di pistacchi, 3 con il pomodoro secco e 3 con una macinata di pepe e qualche seme di sesamo. Guarnisci il piatto come più ti piace! Io ho usato 2 foglie di radicchio a mo' di cestino per contenere delle olive taggiasche e ho aggiunto qualche cubotto di mozzarella di bufala (erano ciò che avanzava dalla preparazione del resto della cena, un'insalata e i fiori di zucca alla romana, è la strada più facile da seguire e in più crei continuità di gusti e ingredienti con le altre portate!). Riponi il piatto in frigorifero fino al momento di servire.

Primo: RAVIOLONI DI ASPARAGI E RICOTTA CON PESTO DI PISTACCHI E SPECK CROCCANTE
1 uovo + 100gr di farina, quindi una classica pasta fresca, impastata, fatta riposare in frigo, stesa, farcita e chiusa
4 o 5 asparagi sbollentati + un cucchiaio di ricotta vaccina, frullati insieme (si ottiene una crema piuttosto morbida, ma niente paura, se i ravioloni sono ben chiusi il risultato è sorpendente!) costituiscono sia il ripieno dei ravioloni che il letto sul quale li ho serviti
2 fette di speck croccanti
2 cucchiai di pesto di pistacchi
qualche scaglia sottile di parmigiano, pecorino o ricotta salata (lo stesso che hai usato nel pesto)


Fai cuocere i ravioloni in acqua bollente salata, fai scaldare la crema di asparagi e ricotta avanzata dalla farcitura dei ravioli allungandola con un paio di cucchiai di acqua di cottura della pasta, fai incroccantire lo speck (se vuoi puoi prendere spunto qui) e preparati ad impiattare! Prendi due piatti piani, fai al centro di entrambi un letto di crema di asparagi, scola i ravioli e sistemali sulla crema, decora con le fette di speck cercando di farle stare in piedi, cospargi le scaglie di formaggio sulla pasta e, con l'aiuto di un cucchiaino, decora il resto del piatto con il pesto di pistacchi.
Ora, fare tutto questo tornata dall'ufficio è abbastanza difficile, se non vuoi finire per mangiare alle dieci di sera, quindi ti propongo anche un'alternativa short, ma con gli stessi ingredienti! Puoi scegliere una pasta secca (linguine, se la preferisci lunga, fusilli se la preferisci corta), amalgamare la ricotta vaccina con il pesto di pistacchi, lasciare gli asparagi a tocchetti, amalgamare tutti insieme e servire con le scaglie di formaggio e lo speck croccante.

Secondo: CUORI DI NASELLO CON PATATE E PESTO DI PISTACCHI
4 cuori di nasello (nella versione poco ortodossa dei surgelati del capitano...)
1 patata medio-grande tagliata a lamelle sottili
1/2 bicchiere di vino bianco
una manciata di pinoli
sale e pepe
olio extravergine
2 cucchiai di pesto di pistacchi

Versa un filo di olio extravergine in una padella antiaderente, posiziona i cuori di nasello ben distanziati, condiscili con sale e pepe, ricoprili con le patate e fai andare tutto a fuoco medio. Dopo qualche minuto sfuma con il vino bianco e fai terminare la cottura con il coperchio. Durante la cottura, mescolando e rigirando il pesce, ovviamente le patate si "disperderanno" nella padella...niente paura! Tanto poi quando impiatti le sistemi al loro posto! Servi i cuori di nasello accompagnati dal pesto di pistacchi e i pinoli tostati.

Et voilà, la cena è servita! Per il dolce... due passi, una buona gelateria e un bel cono tutto pistacchio!

2 commenti:

  1. e un gelatino al pistacchio per concludere?

    RispondiElimina
  2. previsto nell'ultima riga del post!!

    RispondiElimina